Concorso di progettazione della piazza della chiesa a Laces
Secondo posto
Cliente: comune di Laces

Collaboratori:
Arch. Davide Piubello
Arch. Marco Ricca

Anno:2023
Tipologia:-
CasaClima:-
materiale di costruzione:-

La richiesta di concorso di riqualifica della Piazza della chiesa è quella di generare uno spazio vivibile ed animato flessibile e di facile utilizzo.
L’area di intervento si presenta attualmente come uno spazio indefinito: transito delle auto che accedono a passi carrai esistenti, parcheggio molto utilizzato e, per una porzione molto limitata, terrazza esterna del bar esistente all’angolo con la via centrale.
Il masterplan di progetto ha l’obbiettivo dare ordine, equilibrio e gerarchia a tutte le possibilità di utilizzo dello spazio in modo da renderle riconoscibili e fruibili.
Il disegno degli spazi e della pavimentazione della piazza nasce partendo dalla chiesa, l’elemento di maggiore pregio architettonico e valore morale per gli abitanti del paese.
Dal portale di accesso alla chiesa dalla via principale hanno origine due assi che si connettono ai due edifici a lato opposto della piazza. Si generano così le due porzioni principali della nuova piazza: quello centrale, di transito, riservato al passaggio dei veicoli che devono accedere agli ingressi degli edifici, e che ha funzione di vero e propria piazza nei momenti di festa, di mercato e di celebrazione e quelli laterali, di sosta, dove sono collocati la terrazza esterna del bar e gli spazi all’ombra di alberature con la sosta delle bici.
La posizione degli accessi esistenti degli edifici che definiscono il perimetro della piazza determinano i limiti degli spazi laterali generando delle isole ben delineate.

I due spazi si differenziano anche per un diverso uso del materiale di pavimentazione, la Via Centrale di transito veicolare, il centro della piazza e le vie di ingresso agli edifici saranno in cubetti di porfido rosso, le isole laterali in granito grigio con bordature in marmo bianco.
La scelta dei due materiali deriva dalla facilità di reperimento in quanto sono materiali presenti in zona e già utilizzati nei marciapiedi e nelle piazze del paese, dalla facilità di manutenzione e resistenza alle intemperie ed al transito di veicoli pesanti.
Lungo i due assi principali sono disposti gli arredi urbani, le sedute, i vasi con della piantumazione di arredo ed i cestini dei rifiuti, in modo da creare degli spazi di sosta lungo tutta la piazza che possano usufruire della luce del sole e dell’ombra delle alberature lungo tutto l’arco della giornata, la stessa tipologia di arredi vengono utilizzati anche nei punti in cui è prevista la fermata dell’autobus.
La via principale viene portata alla stessa quota della piazza, il disegno delle strisce pedonali di attraversamento sono posizionate in diagonale seguendo l’andamento degli assi della piazza e le due fermate dell’autobus vengono leggermente modificate portandole nei punti in cui il marciapiede è già naturalmente più ampio e si adatta al collocamento della fermata.

La fontana e la sua superficie laterale si presentano già come un “salotto” adatto al posizionamento delle sedute ed all’attesa, dal lato opposto, il marciapiede di fronte alla cassa di risparmio, è già dotato della superficie necessaria per il posizionamento della seduta e della fermata consentendo la convivenza con il flusso pedonale di transito dei passanti.
Tutti gli arredi sono progettati per essere facilmente spostati e rimovibili in modo da garantire la massima flessibilità di tutti gli spazi ed adattabilità a tutti gli usi che sono previsti e per cui è già utilizzata anche ora.
Le sedute saranno costituite in un blocco in calcestruzzo rivestite in metallo verniciato dello stesso colore di tutti gli arredi del paese, Ral Mars, e saranno spostabili mediante l’utilizzo di un muletto e smontabili in modo da occupare meno spazio possibile.
Le fioriere saranno costituite da un vaso metallico, di color Ral Mars e facilmente rimovibili e spostabili all’occorrenza.
Il rifacimento della pavimentazione, previsto sia nella strada principale sia, in tutta la piazza permette di rettificare l’andamento del terreno in modo da avere una pendenza costante e più dolce verso il lato sud della piazza.
Una particolare attenzione è stata dedicata all’illuminazione per rendere la nuova piazza attrattiva e nello stesso tempo garantirne la flessibilità per ogni tipo di utilizzo. Sono previste due tipi di illuminazione: una indiretta che illumina uniformemente le facciate con un fascio di luce costante che dà origine ad uno sfondo omogeneo che avvolge tutto lo spazio centrale, una più intensa che mediante punti luci puntuali mobili ancorati a cavi illumina più chiaramente lo spazio centrale.

Press & Media

Progetti simili

condominio
CasaClima: C

2017
Stato finale
pubblico
CasaClima: -

2017
Rendering
pubblico
CasaClima: -

2018
Rendering
Hai un'idea di progetto?
Allora parliamone insieme!